PRESENTAZIONE SPONTANEA DEI PROGETTI DI RICERCA

Il Consorzio per la ricerca sanitaria-CORIS promuove, incrementa e sostiene la ricerca scientifica, sia essa di base, traslazionale o clinica, in ambito sanitario e socio sanitario; supporta la gestione dei progetti di ricerca attraverso la diretta gestione dei fondi assegnati e svolge attività di valutazione, progettazione, coordinamento, partenariato anche con il settore privato, a favore di tematiche di ricerca sanitaria e socio sanitaria ritenute prioritarie per la collettività.

ll CORIS prevede la possibilità di presentare proposte progettuali alla valutazione del proprio Comitato Tecnico Scientifico.

Vuoi presentare un Progetto di Ricerca alla valutazione del CTS?

I ricercatori degli Enti Consorziati hanno la possibilità di presentare, due volte all’anno, indicativamente nei mesi di gennaio e luglio un proprio progetto di ricerca per la valutazione al Comitato Tecnico Scientifico (CTS) di CORIS. 

Tale procedura è finalizzata ad offrire ai ricercatori degli Enti consorziati una valutazione scientifica della proposta, che pur non prevenendo alcuna garanzia di finanziamento, offre ai ricercatori consorziati una valutazione terza da parte di esperti. 

I progetti infatti vengono presentati al fine di ottenere: 

a) una valutazione della loro qualità scientifica da parte di esperti (endorsement); 

b) un eventuale supporto a reperire un finanziamento dopo la valutazione di cui sopra ma senza impegno ad un successo certo (fundraising);

c) un eventuale supporto diretto da parte del CORIS per la gestione economica-amministrativa.

Procedura di presentazione:

Il Responsabile Scientifico dell’Ente consorziato presenta il progetto (avvalendosi per la stesura, se lo richiede, anche della collaborazione del CORIS) completo del budget (all’interno del quale dovranno essere riportate tutte le voci di spesa), unicamente attraverso il caricamento della proposta sulla piattaforma informatica CORIS tramite il seguente link ==> hic.corisveneto.com.

Scadenza Presentazioni: 30 Aprile 2021 ore 17.00

L’Amministrazione del CORIS procede all’istruttoria della domanda pervenuta, verificando la presenza di tutti i requisiti previsti dalla “Chiamata” e necessari alla valutazione da parte del CTS. Qualora la domanda non fosse completa, l’Amministrazione potrà procedere, in caso di mancanza di requisiti ritenuti non fondamentali, a richiederne l’integrazione al Responsabile Scientifico; 

Il CTS procede a valutare le proposte esprimendo un parere in ordine alla validità tecnico - scientifica degli stessi formando una graduatoria di merito attribuendo ad ogni progetto un punteggio sulla base dei seguenti criteri:  

  • Validità scientifica e grado di innovazione 
  • Strutturazione e metodologia del progetto 
  • Fattibilità e grado di trasferibilità del progetto 
  • Qualificazione scientifica e dimostrata competenza sull’argomento del Principal Investigator 
  • Congruità della proposta progettuale in relazione al budget (incluse le risorse in kind)

Parere favorevole 

  1. Il CTS formalizza il proprio parere positivo attraverso la stesura di un breve verbale; 
  2. Il Direttore Scientifico trasmette i risultati delle valutazioni al CdA che, prendendone atto, verifica la possibilità di reperimento di un finanziamento ad hoc da parte di enti terzi, manifestando altresì la disponibilità del Consorzio per il supporto alla gestione amministrativa del progetto;  
  3. Il Direttore Scientifico comunica la decisione di CORIS al Responsabile del progetto, chiedendo di produrre entro 60 gg il parere favorevole del Comitato Etico e/o dell’Organismo per il Benessere Animale (OPBA), qualora la tipologia del progetto lo richieda; 
  4. Il CdA invia il progetto di ricerca all’Ente individuato per il possibile finanziamento, allegando il parare favorevole del CTS e la manifesta disponibilità del Consorzio per il supporto amministrativo al progetto. 
  5. Qualora la proposta progettuale presentata tratti una tematica di particolare rilievo per la programmazione regionale, il CdA può deliberare di trasmettere il progetto alla Regione Veneto perché verifichi la possibilità di supportare lo stesso con un eventuale contributo. 

Parere interlocutorio 

  1. Il CTS formalizza il proprio parere interlocutorio attraverso la stesura di un breve verbale; 
  2. Il Direttore Scientifico comunica la decisione di CORIS al Responsabile del progetto, indicando i motivi della mancata approvazione, richiedendo chiarimenti / integrazioni al progetto, al budget ecc.; 
  3. Il Direttore Scientifico ritrasmette al CTS il progetto con le integrazioni ricevute per una nuova valutazione, nel corso della chiamata successiva. 

Parere negativo  

  1. Il CTS formalizza il proprio parere negativo attraverso la stesura di un breve verbale; II. Il Direttore Scientifico trasmette il verbale al CdA;  
  2. Il Direttore Scientifico comunica la decisione di CORIS al Responsabile del progetto, indicando i motivi della mancata approvazione.